NAPOLI - Gianmario COMI, attaccante della PRO VERCELLI saltato agli onori della cronaca per aver commesso il fallo che ha causato il grave infortunio occorso a Diego DEMME nell’ultima amichevole azzurra, è intervenuto a “Napoli Magazine”. Il giocatore ha voluto scusarmi per quanto accaduto con DEMME, ha raccontato cosa ha fatto dopo quanto successo nella partita e ha detto la sua sull’eventuale obiettivo scudetto dei partenopei, in particolare soffermandosi sulla difesa. Queste le sue parole: “L’infortunio di DEMME? Subito dopo l’amichevole con il NAPOLI, sono andato a sincerarmi delle sue condizioni, ma mi è stato detto che era andato all’ospedale per accertamenti. In seguito gli ho inviato un messaggio di pronta guarigione su Instagram. Non sono solito parlare in maniera pubblica di certe cose, ma sono stato costretto per le tante minacce gratuite che ho ricevuto in questi giorni. So anche che non tutti potevano immaginare che lo avessi cercato subito e non dopo tre giorni dall’accaduto. Sono veramente dispiaciuto per l’infortunio, non avevo alcuna intenzione di fargli del male. Spero che possa tornare presto in campo dopo l’operazione. Purtroppo si è trattato di un contrasto involontario. È stato un onore affrontare in amichevole il NAPOLI, sono davvero forti, nonostante mancassero tanti big. Giocare contro difensori come KOULIBALY e MANOLAS non è per nulla facile, ma siamo comunque soddisfatti di aver perso con un solo gol di scarto. NAPOLI da scudetto? Credo che se la giocheranno con le altre big, SPALLETTI è un tecnico esperto che di sicuro porterà esperienza ed idee a tutto il gruppo, al quale faccio il mio in bocca al lupo personale”.