stats
Menu

Cesarano Scafati Basket, parla uno scafatese ‘doc’, Antonio Maisano: “Dare il mio contributo e crescere, ecco perché sono alla Cesarano!”

  • Pubblicato in Basket
Cesarano Scafati Basket, parla uno scafatese ‘doc’, Antonio Maisano: “Dare il mio contributo e crescere, ecco perché sono alla Cesarano!”

Uno scafatese ‘doc’ risponde presente alla nostre domande. Si tratta del classe 1995 Antonio Maisano, di provenienza settore giovanile della Givova Scafati Basket.

La presenza in squadra di Maisano con gente esperta e navigata è il filo conduttore che la società della Cesarano Scafati Basket ha voluto portare avanti per il settore giovanile: una crescita e una maturazione graduale per le giovani leve.

La settimana tipo di Antonio maisano??

“La settimana tipo di Antonio Maisano è: da lunedì a venerdì mattina lavoro pomeriggio riposo....verso le ore 19 si inizia ad andare al palazzetto per i primi allenamenti con le giovanili per seguire poi con la Cesarano Scafati Basket ......il sabato e la domenica partite di campionato e ovviamente la sera dopo la partita e una dura settimana di allenamenti cazziate e preparazione alle partite c'è relax assoluto..... disco & amici!”.

Il giocatore cui ti ispiri?

“Un giocatore a cui mi ispiro? Me stesso? ovviamente scherzo!

Un giocatore alla quale mi ispiro è James D. Thomas jr. con il quale ho giocato insieme nell'anno 2011-2012 quando stavo sulla panchina dello Scafati Basket.; questo giocatore mi ispira tantissimo non solo per il suo atletismo e le sue abilità sotto le plance ma soprattutto per la sua semplicità e il suo forte carattere!”.

Il giocatore più forte che hai affrontato?

“Tra i tanti giocatori forti che ho affrontato in questo momento mi viene da pensare a Fabio Di Napoli che è capace di far passare quella palla a spicchi ovunque senza che te ne accorga!!!”

Il tuo proposito per la stagione??

“Questa dopo 5-6 anni è la prima volta che mi trovo in una nuovo ambiente come quello della Cesarano Basket Scafati essendo cresciuto e fatte le mie prime presenze nella Givova Scafati Basket. All'inizio questo nuovo cambiamento mi intimoriva un pò però grazie ad un gruppo fantastico composto da gente in gamba non solo in campo ma anche fuori come i ragazzi della Cesarano, ci ho messo pochissimo ad ambientarmi e ringrazio tutti dal presidente,allo staffa a tutta l'organizzazione per quello che stanno facendo. Il mio proposito per questa stagione oltre che migliorarmi è quello di aiutare e dare il mio contributo a fare bene per questo campionato!”

Credi nel gesti scaramantici, se sì ce ne dici uno?

Bah, più che scaramantico sono molto credente e prima di cambiarmi e mettermi in temuta da gioco mi faccio un segno della croce e spero che vada tutto per il meglio!”

Il tuo fondamentale preferito?

“Tra i fondamentali Gancio tutta la vita e tiro dalla media distanza!”

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Eurolega, sorpresa Vitoria Jerrells elimina Sassari

  • Pubblicato in Basket
Basket Eurolega, sorpresa Vitoria Jerrells elimina Sassari

ROMA – Il settimo turno di Eurolega inizia con due sorprese, una delle quali si rivela una notizia negativa per una squadra italiana. Vincendo a Madrid contro il Real, l'Unics Kazan allenato dal cavallo di ritorno Pashutin elimina virtualmente Sassari, visto che i russi si allontanano dal Banco Sardegna, ultimo nel girone A.

GIRONE A - Il match di Madrid, vinto dall'Unics per 85-75, è deciso dal 43-29 della ripresa guidato dall'ex di turno D'or Fischer (25 punti) e dall'ex milanese Curtis Jerrells (23). Oggi si giocano Anadolu Efes-Banco Sardegna (ore 18.45, diretta Fox Sports 2) e Nizhny Novgorod-Zalgiris Kaunas. Classifica: Real Madrid 10, Efes 8, Zalgiris, Nizhny e Unics 6, Sassari 2.

GIRONE B – Prova di forza del CSKA Mosca, che pure senza Teodosic va a Tel Aviv e si prende la rivincita per la beffa nell'ultima semifinale di Eurolega: i russi vincono 84-61 con 19 di Weems e 15 di Kaun, l'ex di turno Jeremy Pargo viene tenuto a 2/10 al tiro, per il Maccabi si salva solo Devin Smith (14). Suicidio di Malaga, che perde a Berlino contro l'Alba (79-78) sprecando il +10 nel quarto periodo, e Reggie Redding (17) segna il canestro che avvicina i tedeschi alla qualificazione alla seconda fase. Oggi si gioca Cedevita Zagabria-Limoges. Classifica: CSKA* 14, Malaga e Maccabi 8, Alba Berlino 6, Cedevita e Limoges 2. *già alle Top 16.

GIRONE C – Il Fenerbahce non stecca contro il Turow, e con il successo 89-74 la squadra di Zelimir Obradovic fa un favore a Milano e mette un piede nelle Top 16. Decidono il solito Goudelock (21) e Nemanja Bjelica (16 e 10 rimbalzi). Oggi si giocano Barcellona-Emporio Armani (ore 20.45, diretta Fox Sports) e Panathinaikos-Bayern. Classifica: Barcellona* 12, Fenerbahce 10, Panathinaikos 8, Milano 4, Bayern e Turow 2. *già alle Top 16.

GIRONE D – La seconda sorpresa è a Vitoria, dove il Laboral Kutxa infligge all'Olympiacos la prima sconfitta europea (89-70), pure nella sera in cui Vassilis Spanoulis (27) diventa il quarto giocatore a superare quota 2.500 punti in Eurolega, dopo Juan Carlos Navarro, Marcus Brown e Jaka Lakovic. I baschi diventano invece la prima squadra a superare i 25.000 punti in Eurolega, grazie ai 18 di Heurtel e i 17 di Davis Bertans, ma anche ai 12 dell'ex di turno Mirza Begic. Vitoria aggancia così il Neptunas Klaipeda, sconfitto a Belgrado dalla Stella Rossa che dedica il successo a Marko Ivkovic, il tifoso ucciso una settimana fa negli scontri ad Istanbul (per il fatto sono stati effettuati i primi cinque arresti). Il 79-62 in favore dei serbi matura nel terzo quarto, vinto 27-10, con Marjanovic a 24 con 12 rimbalzi e Blazic a 19. Oggi si gioca Valencia-Galatasaray. Classifica: Olympiacos* 12, Stella Rossa 8, Galatasaray, Laboral Kutxa e Neptunas 6, Valencia 2. *già alle Top 16.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Serie A, confermata la squalifica di Pozzecco

  • Pubblicato in Basket
Basket Serie A, confermata la squalifica di Pozzecco

ROMA - La Corte Sportiva di Appello che si è riunita oggi a Roma ha rigettato il ricorso della OpenjobMetis Pallacanestro Varese contro la squalifica per due gare di Gianmarco Pozzecco. La squalifica è stata quindi confermata e per le prossime due partite il tecnico, espulso nel primo tempo della partita persa domenica scorsa contro l'Olimpia Milano, non potrà sedere in panchina.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Eurolega, Milano vola a Barcellona

  • Pubblicato in Basket
Basket Eurolega, Milano vola a Barcellona

ROMA - Milano va a Barcellona senza Alessandro Gentile per il settimo turno di Eurolega. Il Barcellona è imbattuto, 6-0. In tutto è 13-1 contando il campionato. Ecco la presentazione di Luca Banchi: «Affrontare la squadra più forte del nostro girone, ancora imbattuta, è certamente impegnativo ma al tempo stesso stimolante. Fin qui il Barcellona è stato capace di produrre un'incredibile qualità di gioco e di intensità. Dovremo replicare la stessa intensità per tutti i 40 minuti, senza flessioni e distribuendo le responsabilità su tutta la squadra. La preparazione alla gara non è stata facile, complici le assenze ma tra i ragazzi c'è grande determinazione di fare bene in un contesto così importante ed affascinante».

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Eurochallenge: al via la prevendita di bonprix Biella-KTP Basket con tante novità

  • Pubblicato in Basket
Eurochallenge: al via la prevendita di bonprix Biella-KTP Basket con tante novità

Si comunica che a partire da oggi è attiva la prevendita per il quarto impegno di bonprix Pallacanestro Biella in EuroChallenge, terza competizione europea FIBA, in programma mercoledì 3 dicembre al Biella Forum contro la formazione finlandese del KTP Basket (palla a due alle ore 20.30). I rossoblu si preparano ad affrontare un nuovo stimolante confronto davanti ai propri tifosi decisi a difendere a testa alta la striscia positiva di successi costruita in casa in ambito europeo, inviolata fin dall'esordio del Club in EuroCup nel novembre 2009. Nelle prime due partite di EuroChallenge affrontate sul parquet amico, con grinta e cuore bonprix Biella ha costruito altrettante vittorie di notevole spessore, tra le più emozionanti della sua storia, contro team “storici” di assoluta caratura: i belgi del PO Antwerp Giants e i francesi de Le Mans Sarthe.

In occasione dell'ultimo turno casalingo di Regular Season (Gruppo G) di scena al Forum, la società in accordo con il Comune di Biella ha realizzato un'esclusiva promozione dedicata agli studenti delle scuole superiori della Città di Biella, i quali potranno assistere alla partita dei rossoblu pagando un prezzo speciale di 2,00 Euro a biglietto nel settore a loro dedicato (Tribuna Rossa Secondo Anello). Ogni studente avrà la possibilità di acquistare il proprio biglietto esclusivamente mercoledì sera dalle ore 18.45 presentandosi, munito di documento di identità, alla “Cassa Scuole Superiori” attiva al botteghino del Palazzetto (lato Tribuna Verde).

Inoltre, grazie alla collaborazione di bonprix e Mapfre Assistance, rispettivamente Main Sponsor e Co-Sponsor di Pallacanestro Biella in Eurochallenge, tutta la tribuna gialla vedrà la presenza dei dipendenti delle due aziende e sarà interamente colorata di rossoblu.

Tutti gli altri tagliandi per assistere a bonprix Biella-KTP Basket saranno invece disponibili da oggi presso i consueti punti vendita sul territorio:

- Negozio Robe di Kappa, Via Italia 50 a Biella

- Bar del Palazzetto dello Sport di Via Paietta 49 a Biella

- Bellini Sport di Via Martiri della Libertà 16 a Cossato

- Edicola di Ponzone

- Biella Sport di Via Cavour 58 a Gaglianico

- Tabaccheria di Via Dante 9 a Biella

- Negozio Fuorigioco, Via Galimberti 37 a Biella

Tifosi e appassionati potranno inoltre usufruire del servizio di biglietteria online. Per prenotare su internet i biglietti di Pallacanestro Biella basta collegarsi all’indirizzo web www.vivaticket.it.

Infine, grazie alla collaborazione con il Gruppo Banca Sella, sarà possibile acquistare i tagliandi tramite il sistema di pagamento Up Mobile, inquadrando con il proprio smartphone il QR code presente sul nostro sito internet, alla pagina http://www.pallacanestrobiella.it/news/acquista-il-tuo-biglietto-con-up-mobile-2

Si ricorda il costo dei biglietti settore per settore:

- SETTORI NON NUMERATI: intero 12 euro – ridotto 6 euro

- I ANELLO BLU NUMERATO: intero 20 – ridotto 10

- I ANELLO ROSSO NUMERATO: intero 25 – ridotto 16

- PARTERRE BLU: intero 45 – ridotto 30

- PARTERRE ROSSO LATERALE: 80 euro

- PARTERRE ROSSO CENTRALE: 100 euro

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Eurolega in programma su Fox Sport 2HD

  • Pubblicato in Basket
Basket Eurolega in programma su Fox Sport 2HD

Milano, 26 Novembre 2014 – Turno di ferro per le italiane impegnate in Eurolega. Venerdì 28 novembre in diretta esclusiva su Fox Sports 2 HD saranno trasmessi i delicatissimi impegni di Sassari e Milano. Dopo le brutte sconfitte rimediate in casa rispettivamente contro il Nizhny Novgorod e il Fenerbahce, la strada verso le Top 16 è sempre più in salita.
Lo sa bene il Banco Sardegna Sassari, la prima a scendere in campo venerdì 28 novembre alle 18:45, diretta su Fox Sports 2 HD, contro l’Efes Istanbul. Reduce da una vittoria convincente in campionato e a -2 dal Fenerbahce capolista, la squadra di Dusan Ivkovic è tra le più imprevedibili del girone: capace di battere i primi della classe del Real Madrid per poi perdere rovinosamente contro le dirette avversarie Kazan e Kaunas. All’andata finì 75-82 con Krstic, Janning e Lasme a incidere a canestro, Sassari mostrò comunque i muscoli uscendo dal campo tra gli applausi. Ora servirà molto più di un’impresa per rimettersi in carreggiata. Logan, miglior marcatore contro Avellino in campionato, dovrà dimostrare di avere la costanza del campione e contribuire al sogno europeo a suon di triple. La telecronaca della gara è affidata a Luca Gregorio con il commento tecnico di Andrea Meneghin.

Tutt’altro che abbordabile è anche il match dell’EA7, impegnata sempre venerdì alle ore 20.45, diretta su Fox Sports 2 HD, contro la corazzata del Barcellona. In Eurolega i catalani non hanno mai perso e nel match di andata Tomic e compagni diedero una vera e propria lezione agli uomini di coach Banchi, vincendo di 15 punti pur senza il leader Navarro. L’avventura europea dei blaugrana è continuata senza sbavature: un filotto di 6 vittorie che vale la testa del girone. Un match proibitivo che Milano affronta in piena emergenza infortuni con Gentile a mezzo servizio e Kleiza con una caviglia malconcia. Hackett e Samuels sono dunque chiamati all’impresa ma ancor più importante sarà seguire gli esiti degli impegni di Turow e Bayern Monaco. La telecronaca della gara è affidata a Geri De Rosa con il commento tecnico di Hugo Sconochini.
Inoltre ogni martedì alle ore 18.00 va in onda Euroleague Magazine, una rubrica di approfondimento con interviste esclusive, riepilogo dei match giocati e anticipazioni sui turni successivi, e poi tante curiosità per scoprire proprio tutto quello che c’è da sapere sul basket europeo,

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Eurocup, Dalmonte: “Complimenti a Roma”

  • Pubblicato in Basket
Basket Eurocup, Dalmonte: “Complimenti a Roma”

ROMA – Luca Dalmonte applaude l'Acea dopo la vittoria di Nancy, che ha garantito l'accesso alle Last 32 di Eurocup con tre turni d'anticipo, e mette quasi al sicuro anche il primo posto nel girone C. Il tecnico spiega: «Abbiamo concesso 14 punti nei primi 4’ e 7 nei successivi 6’, questo significa che abbiamo migliorato la nostra fase difensiva e che in attacco abbiamo trovato il giusto ritmo, selezionando meglio i tiri da prendere. Congratulazioni ai ragazzi perché dopo un inizio così sono riusciti a leggere la partita e a crescere col passare dei minuti. Vincere in trasferta in Europa non è mai semplice, soprattutto su un campo come questo e contro una squadra come Nancy».

QUALIFICATE – Oltre a Roma, nella Conference 1 ci sono altre tre squadre già qualificate alla seconda fase, si tratta dell'imbattuta Gran Canaria (già promossa una settimana fa), Strasburgo e Digione. Per Cantù e Reggio Emilia la situazione è aperta: entrambe sono a una vittoria dal quarto posto, e i brianzoli fra una settimana – contro Villeurbanne – cercheranno l'aggancio alla zona-qualificazione. Nella Conference 2 sono già qualificate sei squadre: tre turche, Besiktas, Banvitspor e Karsiyaka, e due russe, l'imbattuta Lokomotiv Kuban e Oktyabr Volgograd, e i lituani del Lietuvos rytas Vilnius.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Legnano Basket: contro Treviglio partita fondamentale

  • Pubblicato in Basket
Legnano Basket: contro Treviglio partita fondamentale

Giunti ad un terzo del campionato, la decima giornata mette di fronte il Legnano Basket e la Remer Treviglio.
Già incontrata in precampionato, Treviglio è sicuramente una squadra molto diversa rispetto a quella battuta al Morelli di settembre, non per i nomi nel poster, ma per la qualità del suo gioco e l'amalgama di squadra.

Il team di Adriano Vertemati, coach di origine altomilanese e per la precisione di Cornaredo, basa molto del suo gioco sul leader indiscusso della squadra, il playTommaso Marino top scorer dei bergamaschi con 14,6 punti media e 4,7 assist a partita.
Classe 1986 di 190 cm, è nato a Siena ed ha militato nel settore giovanile della Montepaschi, vincendo 4 scudetti giovanili (2 cadetti, 1 juniores e 1 under 21) e facendo parte del roster della Serie A Campione d'Italia nella stagione 2003-2004. Playmaker con ottima visione di gioco, gran tiratore dalla lunga distanza, sempre ai primi posti nella classifica degli assist, fa del gioco in velocità il suo marchio di fabbrica.

Con lui l'altro leader e veterano della squadra è Emanuele Rossi, lungo da 10,8 punti e 9,4 rimbalzi a partita. Giocatore d'area per antonomasia, capitano della squadra, tra le tante, la prestazione fatta registrate a Chieti due stagioni fa é ancora un record: 62 di valutazione, frutto di 33 punti e 21 rimbalzi. Nella scorsa stagione per lui 1° posto in Silver per rimbalzi offensivi (96), 2° posto quale rimbalzista con 10.3 palloni catturati a gara - 310 quelli totali-, 3° posto per rimbalzi difensivi (214), 2° per stoppate date (30) e 4° per canestri da 2 segnati (163). I numeri parlano da soli. 

Il resto della squadra è composta da giovani interessanti che si stanno dando molto da fare per emergere in questo campionato.
Si parte da Mirco Turel, 10,6 punti di media a gara, proveniente da Torrevento BNB. può far male dall'arco ed arrivare al ferro con facilità , ha anche buon istinto per il passaggio. Nell’estate 2012 ha disputato gli europei U18 in Lituania, mentre la scorsa estate è stato uno dei migliori giocatori della Nazionale U20 agli ultimi europei di Creta. 
Altro giocatore in crescita è Raphael Gaspardo, lungo altoatesino Classe '93, per il 2° anno in prestito a Treviglio, segna in questa sua seconda stagione 10 punti a gara con 8,6 rimbalzi di media. L’ala grande prodotta dal settore giovanile trevigiano è stata Campione d'Italia u19 nel 2011 sotto la guida di Coach Vertemati. La passata stagione ha disputato un ottimo scorcio di campionato in maglia bianco blu, guadagnandosi la riconferma da parte dello staff tecnico. Vanta 15 presenze in A1 con la maglia della Benetton Treviso e un quarto posto con la Nazionale U18 ai Campionati europei del 2011. 
Per i "prodotti" nostrani invece si può parlare di Andrea Marusic e Tommaso Carnevali
Marusic, legnanese DOC, dopo alcuni anni nel vivaio biancorosso, è passato a alla Robur Varese, prima di intraprendere la sua carriera senior. 
Vanta chiamate con le Nazionali Giovanili di categoria con cui ha disputato anche gli Europei Under 20 nel 2009. Giocatore dal buon tiro dalla media e dall’arco dei 6.75, ottimo atleta con attitudine a rimbalzo, fa della duttilità tattica e della comprensione del gioco la sua arma principale. 
Carnovali, invece, ha giocato per tutta la carriera giovanile alla BluOrobica Bergamo, da cui in maniera naturale è approdato alla prima squadra.
Precisissimo dall'arco dei tre punti, buone percentuali dalla lunetta, sa costruirsi tiri dal palleggio grazie alla sua innata rapidità di esecuzione. Preciso sugli scarichi, ottimo passatore, recupera molte palle grazie alle sue lunghe braccia.
Per concludere la parte italiana del roster, c'è Gherardo Sabatini, figlio dell'ex patron della Virtus Bologna e già avversario dei Knights la scorsa stagione con la maglia della Fortitudo.
Giovane play-guardia, Classe 1994, è alto 182 cm, scuola virtussina, campione d'Italia Under 19 a Udine con Bologna nel 2012/13. Giocatore veloce e buon agonista, ha grande atletismo, gambe potenti e un cambio di ritmo davvero importante. La sua dote principale è la capacità di penetrare per concludere o servire i compagni, mentre in difesa è in grado di accoppiarsi anche con giocatori molto rapidi. 

Come stranieri, Treviglio schiera Tomas Kyzlinkz e Prokop Slanina.
Kyzlinkz è una guardia della Repubblica Ceca al suo secondo anno a Treviglio. Atleta dal primo passo difficile da contenere, affidabile al tiro da fuori e con buona propensione difensiva, ha raggiunto il top nei playoff della scorsa stagione, dove è stato uno dei migliori giocatori della Remer (13.75 punti/media, 100% ai liberi, 67% da 2, 37% da 3); questa stagione viaggia a 9,7 punti di media.
Slaninaè un ala/centro di 207 cm, classe ’95, anch'egli proveniente della Repubblica Cec. Ha trascorso gli ultimi due anni all’Angelico Biella, dove ha avuto un ottimo percorso di crescita a suon di punti, rimbalzi e ottime prestazioni in DNG. Prokop è un giocatore talentuoso, di grandissime prospettive. Ha grande mobilità e ama correre il campo. Ottimo nel gioco spalle a canestro, ha buona visione di gioco e qualità di passaggio. 
A rotazione i ragazzi del settore giovanile si conquistano il posto del decimo a referto.

La gara, come sempre con palla a due alle ore18.00 di domenica 30/11, sarà arbitrata da Borgo Christian Di Dueville (VI), Triffiletti Corrado Di Messina (ME) e Maschietto Chiara Di Treviso (TV).
Cronaca diretta via radio sul nostro sito cliccando menu' MULTIMEDIA e poi tasto RADIO, mentre la differita della gara sarà trasmessa da Rete55 (lcn 16), martedì sera a partire dalle 22.30.
 

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket NBA, San Antonio E' la notte di Messina

  • Pubblicato in Basket
Basket NBA, San Antonio E' la notte di Messina

NEW YORK – A prescindere da come finirà, questa è la notte di Ettore Messina: il 55enne tecnico italiano, ex ct azzurro, diventa il primo coach europeo a guidare una squadra NBA in una partita di regular season. Ennesima conquista per il basket internazionale, nella prima stagione con oltre 100 stranieri nella NBA, e nell'annata in cui Cleveland è allenata da David Blatt, americano reduce da una lunga esperienza in Europa.

POPOVICH OUT - Gregg Popovich è fermo per un leggero problema di salute che avrebbe richiesto un piccolo intervento, e in questo modo i San Antonio Spurs vengono affidati al principale assistant coach. Messina aveva già guidato i campioni in carica nell'amichevole di precampionato a Phoenix, finita con una sconfitta. Colpa anche dei tanti titolari assenti, e finì con l'annuncio del proprietario dei Suns, Sarver, che promise il rimborso ai propri tifosi per il desolante spettacolo offerto. Messina può cancellare quella notte, oggi e venerdì contro Sacramento, l'altra gara che Popovich dovrebbe saltare.

RILASSATO – Prima della partita Messina ha spiegato: “La cosa positiva per Popovich è che non si tratta di nulla di serio, altrimenti non mi vedreste così rilassato”. E nei confronti dell'ex campione d'Europa con Virtus Bologna e CSKA Mosca (quattro trionfi in Eurolega), c'è anche il tributo dell'avversario odierno, Frank Vogel. Il tecnico degli Indiana Pacers ha spiegato di conoscere Messina: “Un tecnico molto, ma molto rispettato”.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Niente acqua calda nello spogliatoio degli arbitri: le scuse ufficiali del Basket Barcellona

  • Pubblicato in Basket
Niente acqua calda nello spogliatoio degli arbitri: le scuse ufficiali del Basket Barcellona

Basket Barcellona intende porgere le sue più sentite scuse alla terna arbitrale che domenica scorsa è stata chiamata a dirigere il derby contro la Pallacanestro Trapani, disputatosi al “PalaSerranò” di Patti. I direttori di gara si sono infatti trovati nella spiacevole situazione di non potere usufruire dell’acqua calda per le docce nel loro spogliatoio. Basket Barcellona, anch’essa ospite dell’impianto che la sta accogliendo amichevolmente in questi mesi di pellegrinaggio, si scusa per il disagio arrecato. Nel contempo, la società si augura di poter tornare presto ad usufruire del “PalAlberti” e pertanto auspica una pronta accelerazione per il completamento dei lavori che stanno interessando la struttura. 

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Eurocup, Roma a Nancy Match-point qualificazione

  • Pubblicato in Basket
Basket Eurocup, Roma a Nancy Match-point qualificazione

ROMA – Dopo i primi sei turni della prima fase di Eurocup, soltanto una squadra sulle 36 fin qui in corsa – l'imbattuta Gran Canaria – ha già ottenuto la qualificazione alle Last 32, fase in cui confluiranno pure le eliminate dall'Eurolega. Oggi arriva il match-point per qualificarsi con tre turni d'anticipo per parecchie squadre, tra cui l'Acea Roma, che alle 20.30 (diretta SportItalia) gioca a Nancy per ottenere il pass anticipato e per ipotecare il primo posto nel girone C.

QUALIFICAZIONE - Con un successo, infatti, Roma andrebbe a +4 sui francesi, forte del 2-0 nello scontro diretto, e con la possibilità di ospitare Nymburk, l'altra diretta inseguitrice. Roma, però, può qualificarsi subito anche perdendo, a patto che vengano sconfitte anche Oldenburg e Charleroi.

DALMONTE – Di fronte ad una squadra con lunghi fisici come Florent Pietrus e Falker, e una guardia come Darius Adams, che con 23.8 punti di media è il secondo realizzatore di Eurocup, Luca Dalmonte chiede a Roma la massima attenzione: «Nancy concentra il suo gioco offensivo dentro l'area, tendenzialmente schiera sempre due giocatori interni tra Falker, Pietrus, Zianveni e Reid. La loro taglia media aumenta quando Sy, prospetto NBA per qualità tecniche e atletiche, viene schierato da ala piccola. Il leader sul perimetro è Adams, a cui si aggiungono l'ucraino Gladyr, specialista nel tiro da 3 punti e rivelazione dell'ultimo Europeo, e l'ex Siena Kim English. Trovare il giusto equilibrio difensivo contro l'aggressività perimetrale e la consistenza interna sarà il punto di partenza».

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Napoli Basket, c'è ancora luce in fondo al tunnel

  • Pubblicato in Basket
Napoli Basket, c'è ancora luce in fondo al tunnel

Rientra, almeno parzialmente la crisi dell’Azzurro Napoli Basket, stando a quanto riporta oggi il Corriere del Mezzogiorno. In settimana le voci di un probabile addio dell'amministratore Fabio

Muro avevano inquietato, ma ora tutto appare rientrato è la società con l’aiuto di Giovanni Acanfora, proprietario di Givova, salderà le pendenze che la società aveva con i giocatori e lo staff tecnico e sanitario. Nelle prossime ore sarà annunciato in conferenza stampa l'accordo temporaneo di scopo tra la Givova e la Fior do Cafè che permetterebbe al Napoli Basket di proseguire la stagione e il campionato in modo assolutamente sereno. Le buone notizie non si fermano qui per i tifosi partenopei, infatti Dario

Baldoni, esperto di impianti sportivi al fianco della società per la questione che riguarda la ricostruzione del

PalaArgento, pare stia coinvolgendo un imprenditore napoletano, da sempre appassionato di pallacanestro, ad entrare nell'Azzurro: «Stiamo recuperando il tempo perduto - ha spiegato Boldoni -. Il Napoli basket non morirà per merito soprattutto di Fabio Muro».

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket NBA, Golden State show Scivolone Washington

  • Pubblicato in Basket
Basket NBA, Golden State show Scivolone Washington

NEW YORK – La marcia di Golden State non si ferma nemmeno a Miami, dove i Warriors vincono 114-97 sfruttano la consueta vena di Stephen Curry (40 punti con 8/11 da tre) e Klay Thompson (24) e l'assenza di Dwyane Wade, non a caso la difesa dei californiani non subisce canestri su azione negli ultimi 9'. Le tre triple in fila di Thompson e Curry guidano il parziale di 14-0 decisivo a metà quarto periodo, a cui Miami non riesce a rispondere, anche perchè Golden State chiude la difesa (Heat tenuti a 11 punti nel quarto periodo). Per i Warriors il sesto successo di fila consente di rafforzare il secondo posto ad ovest (bilancio di 11-2). Per Miami, non bastano i 26 di Bosh e i 16 di Deng.

SORPRESA – Atlanta vince a Washington 106-102, ad infliggere ai Wizards il secondo ko stagionale è Jeff Teague (28), con lui anche Mike Scott e Paul Millsap (17 a testa). Per Washington, 21 e 13 assist di John Wall e 14 di Paul Pierce (che ha superato Jerry West al 17° posto della classifica marcatori all-time), ma pesano le 25 palle perse. Atlanta scappa con un 22-5 ad inizio quarto finale, ma spreca quasi tutto il vantaggio di 13 punti negli ultimi 2 minuti, tuttavia i liberi di Teague e DeMarre Carroll fermano la rimonta di Washington regalando agli Hawks il sesto successo nelle ultime otto gare, che vale il quarto posto ad est.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Serie A, Gentile primo tra gli All Star

  • Pubblicato in Basket
Basket Serie A, Gentile primo tra gli All Star

ROMA - Continuano sul sito www.allstargameitalia.com le votazioni per il Beko All Star Game 2015 in programma sabato 17 gennaio presso il PalaOlimpia di Verona. A due settimane dall’apertura del contest a condurre la classifica è il capitano dell’EA7 Emporio Armani Milano Alessandro Gentile, seguito dall’ala piccola di Varese Yakhouba Diawara e da Oderah Anosike centro della Sidigas Avellino.

LA CLASSIFICA - 1° Alessandro Gentile (EA7 Emporio Armani Milano), 2° Yakhouba Diawara (Openjobmetis Varese), 3° Oderah Anosike (Sidigas Avellino), 4° Andrea Cicnciarini (Grissin Bon Reggio Emilia), 5° Shane Lawal (Banco di Sardegna Sassari), 6° Samardo Samuels (EA7 Emporio Armani Milano), 7° Jerome Dyson (Banco di Sardegna Sassari), 8° Drake Diener (Grissin Bon Reggio Emilia), 9° Achille Polonara (Grissin Bon Reggio Emilia), 10° Tony Mitchell (Dolomiti Energia Trento).

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Cesarano Scafati Basket si soffre ma al PalaMangano non si passa. Pozzuoli sconfitta

  • Pubblicato in Basket
Cesarano Scafati Basket si soffre ma al PalaMangano non si passa. Pozzuoli sconfitta

Meraviglioso sport questo ‘baloncesto’ direbbero gli spagnoli. Il basket regala sempre emozioni e anche questa volta la Cesarano Scafati Basket non delude le aspettative  e pur con qualche sofferenza regola la Virtus Pozzuoli in casa con il punteggio di 83-80.

Nona vittoria su dieci partite giocate, non si poteva chiedere di meglio ai salernitani prima del turno di riposo e a due settimane dal big match contro un’altra squadra ‘on fire’ , l’altra capolista Gustarosso Sarno dell’ex Guadagnola e dello yankee Robinson, vincente nell’ultimo turno in casa contro Bernalda.

Una squadra in grossa difficoltà come la Virtus Pozzuoli (ferma tutt’ora a sei punti  in classifica NDR) spaventa e non poco la capolista del girone H della serie C Nazionale.

Orefice e Innocente mettono a  ferro e fuoco la difesa scafatese. Il primo chiude con 21 punti in 28’ di utilizzo e il ‘nonnetto terribile’ classe ’73 Mario Innocente domina sotto le plance con 20 punti e un scintillante 56% dal campo.

Non basta perché i compagni non sono cooperativi con i soli Aprea ed Errico che sfiorano la doppia cifra, fermandosi a 9 punti.

Scafati mette il ‘timbro’ sulla vittoria con quattro uomini in doppia cifra: Leonard 18 punti, uno scatenato Di Napoli con 21 punti e l’86% dal campo, Parlato con 11 punti e 12 rimbalzi e Carrichiello che chiude con 16 segnature.

Il giovane coach dei salernitani ha commentato il match: “Era importante raggiungere la nona vittoria in 10 partite e soprattutto confermare la nostra imbattibilità casalinga. Sapevamo bene che Pozzuoli non sarebbe stato assolutamente avversario agevole. A loro vanno sicuramente i complimenti per aver disputato una partita intensa e per averci messo effettivamente in difficoltà.

Ci godiamo contenti questa vittoria che ci permette di guadagnare altri due punti in classifica. Prendiamo atto anche di quello che è andato meno bene ed approfitteremo proprio della sosta a cui ci obbliga il calendario per migliorarlo. Dobbiamo essere piu’ collaborativi in attacco in alcune situazioni: sono convinto che questa squadra ha ancora margini di miglioramento importanti e se continuiamo a lavorare insieme e con fiducia sono convinto che abbiamo tutte le carte in regola per toglierci non poche soddisfazioni.

Adesso ci prendiamo queste due settimane di lavoro per guardare un po’ meglio in casa nostra e per poi preparare al meglio la sfida che tra 15 giorni ci vedrà opposti a Sarno.”

Di seguito il tabellino della gara

Cesarano Scafati Basket – Virtus Basket Pozzuoli 83-80

(23–16) (44–41) (59-55)

Cesarano: Di Lauro 9, Esposito, Forino 8, Di Napoli 21, Malachi Wynn 18, Carrichiello 16, Parlato 11, Torre, Melillo ne, Galardo ne. Coach Iovino.

Pozzuoli: Aprea 9, Orefice 21, Innocente 20, Caresta ne, Luongo, Bastoni, Errico 9, Orsini 8, Longobardi 6, Loncarevic 7. Coach Serpico.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket NBA, Toronto vola Cleveland torna a vincere

  • Pubblicato in Basket
Basket NBA, Toronto vola Cleveland torna a vincere

NEW YORK – Se ad ovest, Memphis sta sbaragliando il campo, ad est è Toronto a dominare, e con il successo 104-100 su Phoenix i canadesi tornano ad agganciare i Grizzlies nella graduatoria generale della Lega. I Raptors sono guidati da un Valanciunas da record (27 punti e 11 rimbalzi) e DeRozan (23), oltre che da Lou Williams (17), sesto uomo reduce dal premio di MVP della settimana della Eastern Conference. Per i Suns, 25 di Bledsoe e 16 di Isaiah Thomas, insufficienti per allungare una striscia vincente che durava da quattro gare. Phoenix rimonta dal -15 al vantaggio di metà quarto periodo, ma qui sono due giocate di Patrick Patterson a deciderla in favore di Toronto, insieme a una palla persa di Isaiah Thomas.

RISCATTO CAVS – Cleveland non deve faticare per battere Orlando 106-74, interrompendo una striscia negativa durata una settimana e quattro partite. LeBron James – che alla vigilia aveva detto “sto facendo schifo” - firma 29 punti con 11 assist, affiancato da Varejao (14), Love e Irving (12 a testa). Orlando non è mai in partita nonostante i 22 di Oladipo e i 18 con 13 rimbalzi di Vucevic.

SIXERS ANCORA KO – Philadelphia non si sblocca, e il 14° ko iniziale è l'ennesima conferma di una squadra che guarda non al domani, ma al dopodomani (i Sixers sono ad una sconfitta dal peggior inizio della loro storia, il record NBA è 0-18 di New Jersey). Il rovescio contro Portland 104-114 arriva nelle ore in cui il lungo turco Furkan Aldemir, in uscita dal Galatasaray, annuncia l'accordo quadriennale con i Sixers. A Philadelphia non bastano i 24 di Carter-Williams, i 22 di Henry Sims e i 20 di Wroten. Per i Blazers, 33 e 11 rimbalzi di Aldridge, 17 di Matthews e 16 di Lillard.

CLIPPERS OK – I Los Angeles Clippers riscattano la sconfitta contro Memphis e vincono 113-92 a Charlotte. Ci pensano i soliti Chris Paul (22 e 15 assist), Blake Griffin (22, 16 rimbalzi e 9 assist) e Crawford (21) in una ripresa vinta 59-39. Charlotte paga il 2/20 da tre, contro il 15/32 ospite, e non va oltre i 17 di Cody Zeller e i 16 di Al Jefferson.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Serie A, Pozzecco: due turni di squalifica

  • Pubblicato in Basket
Basket Serie A, Pozzecco: due turni di squalifica

ROMA - Dopo l’espulsione di ieri comminata nel primo tempo del derby contro Milano giocato a Masnago, Gianmarco Pozzecco è stato squalificato per due gare. La reazione alla decisione degli arbitri da parte del coach di Varese è stata clamorosa, in linea col personaggio, ma poi il Pozz in conferenza stampa ha usato toni conciliatori: «Mi dispiace per quanto è avvenuto, molti arbitri li conosco bene e alcuni sono anche miei amici. Invoco però maggiore dialogo in campo, farebbe bene sia a noi che a loro».

Questo il comunicato della FIP: "Gianmarco Pozzecco: squalifica per 2 gare perché a seguito dell'espulsione per falli tecnici si tratteneva in campo insultando gli arbitri e fomentando platealmente il pubblico".

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Serie A, Avellino in posticipo a Sassari

  • Pubblicato in Basket
Basket Serie A, Avellino in posticipo a Sassari

ROMA - Questa sera Avellino torna in campo contro Reggio Emilia al PalaSerradimigni contro la Dinamo Sassari. La Sidigas è chiamata a un altro difficile impegno, dove si dovrà giocare con intelligenza e sbagliare il minimo possibile. «E' inusuale presentare una partita tre giorni prima della gara - ha spiegato Frank Vitucci - la squadra ha avuto qualche acciacco ma sta recuperando. Abbiamo una sfida di alto livello. Giochiamo contro un team costruito per ben figurare sia in Eurolega sia in campionato. Sassari possiede grande talento, grande profondità, è forte negli uno contro uno. Hanno vinto la Supercoppa e sono in lizza per lo scudetto. L'asticella è altissima e sicuramente l'impegno dovrà essere estremo. Credo che partite come queste, al di là del risultato, servano per dare alla squadra una spinta in più. Dobbiamo partire da queste certezze e accelerare la nostra crescita. Andiamo in Sardegna con lo spirito giusto, con rispetto ma senza timore».

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

La Pescara Basket non sfata il tabù PalaElettra: passa Civitanova

  • Pubblicato in Basket
La Pescara Basket non sfata il tabù PalaElettra: passa Civitanova

Neanche al quarto tentativo la Pescara Basket riesce a sbloccarsi di fronte al pubblico amico, con Civitanova che si impone per 66-71 rimandando la prima vittoria interna stagionale dei biancazzurri.
Peccato, perchè questa sembrava poter essere l'occasione propizia, considerato il colpo esterno di Campli nella settimana precedente, e soprattutto i circa 1000 fantastici appassionati che hanno gremito le tribune del PalaElettra. Numeri da record per la categoria, con la partecipazione del nostro settore giovanile e minibasket che ha visto tantissimi bambini e ragazzi divertirsi tra il pubblico, ed accompagnare i giocatori delle due squadre all'ingresso sul parquet.
Per il debutto personale casalingo coach Andrea Merletti vara un quintetto inedito, con Di Marcello in regia ed il duo Adonide-Cantatore sotto canestro a supportare Febo e Ferri. I marchigiani rispondono con Tessitore, Lupetti, Felicioni, Valentini e Contigiani. La partenza è di marca pescarese: i primi canestri della gara sono di Ferri e Febo, la Virtus si sblocca dopo tre minuti con Valentini ma la vitalità di Di Marcello frutta un gioco da tre punti che vale l'8-2. Pescara non segna per oltre tre minuti, gli ospiti ne approfittano per impattare prima e sorpassare poi, ma con un ottimo finale di primo quarto (12-0 di parziale) ed i canestri di Stilla, Adonide e De Luca il quintetto biancazzurro chiude avanti 20-10 alla prima sirena.
In avvio di seconda frazione Civitanova inizia a migliorare le proprie percentuali (dopo il 4/18 dal campo nei primi dieci minuti): Del Buono trova la prima bomba della serata ospite, ma Stilla e Febo lo imitano dall'altra parte regalando il +11 a Pescara, divario che potrebbe aumentare ulteriormente senza qualche palla persa di troppo. I marchigiani sono tenuti in piedi dal positivo Valentini (15 di valutazione all'intervallo), importante anche a rimbalzo in un primo tempo che ha visto il quintetto di coach Rossi soffrire sotto i tabelloni. Quattro punti di Lupetti tengono Civitanova in scia, anche perchè i ragazzi di coach Merletti sono piuttosto imprecisi dalla lunga distanza (5/18 all'intervallo lungo). Di Marcello e De Luca muovono il tabellone di casa, Tegazi ed il solito Lupetti riavvicinano la Virtus a -3, prima che capitalizzando un paio di rimbalzi offensivi Febo esploda la bomba del 33-27. Dopo il canestro di Valentini, è Stilla a prendersi i suoi sulle spalle: 5-0 interamente firmato dal lungo pugliese, con la collaborazione di un Di Giorgio sempre molto reattivo sotto i tabelloni. Il buon momento pescarese è arginato da Tessitore, con la tripla del 38-32 con cui le due squadre imboccano la via degli spogliatoi.
Il copione dei primi due quarti, che avevano visto Pescara tutto sommato in controllo, muta drasticamente nella seconda metà di gara. Civitanova parte con due canestri in fila di un Tessitore ancora in scia positiva, dall'altra parte capitan Cantatore firma cinque punti consecutivi capitalizzando due assist al bacio di De Luca. I padroni di casa fanno parecchia confusione in attacco, e la Virtus piazza un mortifero break di 0-11 con Felicioni e le triple di Tessitore e Principi, per il 43-47 di metà terzo quarto. Dopo il time-out chiesto dalla panchina biancazzurra Di Giandomenico interrompe il parziale con un bell'arresto e tiro, ma Lupetti con cinque punti in fila aggiorna il massimo vantaggio ospite sul +7. Pescara stringe le viti in difesa, ed è ancora il duo Febo-Stilla a togliere le castagne dal fuoco in attacco, riportando i locali sul -1. Un canestro di Valentini, ancora lesto a rimbalzo offensivo, fissa il 51-54 di fine terzo quarto.
L'ultima frazione si apre con diversi errori da ambo le parti, con Civitanova che sbaglia diversi triple aperte ed i padroni di casa che collezionano quattro palle perse in meno di due minuti (saranno sette nel quarto di chiusura). L'1/7 dal campo con cui la Virtus approccia il parziale decisivo non è capitalizzato dai biancazzurri, che anzi scivolano a -7 dopo i canestri di Contigiani e Valentini. Il 2/2 in lunetta siglato da Di Marcello regala dopo oltre tre minuti i primi punti del quarto a Pescara, un recupero di Adonide ispira la bomba di Ferri che fa esplodere il PalaElettra e costringe coach Rossi alla sospensione. Il bonus esaurito presto non aiuta i locali, che concedono diversi viaggi in lunetta mentre il solito Febo tiene attaccati i suoi con sette punti consecutivi, fra cui il canestro che impatta la gara a quota 63. I quattro decisivi minuti finali si aprono con l'1/2 in lunetta di Principi, gli ospiti sono poco precisi in attacco ma il quintetto di casa lo è ancor meno (sette tiri sbagliati di fila) e dopo oltre due minuti il punteggio si sblocca con la tripla di peso specifico immane scagliata da Contigiani. Stilla replica sempre dall'arco dei 6.75, ma con 21" rimasti sul cronometro Pescara è costretta ad affidarsi alla roulette del fallo sistematico: ancora Contigiani è freddo dalla lunetta (2/2), Febo dopo il time-out riceve e tira ma la palla si stampa sul ferro, Felicioni nella bolgia del PalaElettra è meno preciso del compagno e fallisce entrambi i liberi, regalando ancora al cannoniere biancazzurro la tripla del possibile pareggio, anch'essa sbagliata. Il 2/2 di Lupetti chiude le ostilità sul 66-71 in favore di Civitanova.
Finisce con la quarta sconfitta interna della stagione, causata soprattutto da una brutta serata al tiro (solo 22/66 dal campo) e da un secondo tempo favorevole ai marchigiani. In classifica Pescara resta all'ultimo posto con 2 punti assieme a Loreto Pesaro e Gubbio, e proprio contro gli umbri è in programma la prossima sfida casalinga, domenica 7 dicembre, in cui la società si augura di regalare la prima gioia stagionale al proprio caloroso pubblico. Prima però c'è da affrontare l'insidiosa trasferta di Perugia, prevista per sabato prossimo alle 18:30.
 
PESCARA BASKET-VIRTUS CIVITANOVA 66-71 (20-10; 38-32; 51-54)
PESCARA: Di Marcello 7, Cantatore 5, Di Giandomenico 5, Ferri 5, Febo 19, De Luca 4, Vizioli ne, Di Giorgio, Stilla 18, Adonide 3. Coach: Merletti.
CIVITANOVA: Lupetti 15, Tessitore 10, Tegazi 4, Severini, Del Buono 3, Foresi ne, Felicioni 7, Valentini 14, Principi 8, Contigiani 10. Coach: Rossi.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket NBA, Memphis si conferma Bosh salva Miami

  • Pubblicato in Basket
Basket NBA, Memphis si conferma Bosh salva Miami

NEW YORK – Memphis fornisce l'ennesima prova di forza di questo avvio di stagione: i Grizzlies superano i Los Angeles Clippers 107-91 confermandosi miglior squadra in assoluto della Lega, con 12 vittorie in 14 gare. La conferma arriva anche da Marc Gasol, autore di 30 punti e 12 rimbalzi, simbolo del +20 a rimbalzo (52-32) pure se i californiani schierano uno specialista come DeAndre Jordan. Per Memphis, positivi anche Courtney Lee (13), Conley (12), Udrih e Pondexter (11), per i Clippers si salvano Chris Paul (22), Crawford (19) e Redick (15), male i lunghi a cominciare da Griffin (12 con 5/17 al tiro).

MIAMI RIMONTA – Gli Heat, sempre privi di Dwyane Wade, battono Charlotte 94-93, merito della rimonta dal -8 a metà quarto periodo, qui si scatenano Chalmers (20), il rookie Napier (14) e soprattutto Chris Bosh (20 e 10 rimbalzi), che segna una tripla pesantissima per avviare un break di 8-0, poi firma il sorpasso decisivo a 31” dalla fine, mentre Walker (16) e Jefferson (22 e 12 rimbalzi) sbagliano la risposta. Per Miami, decisivo anche Luol Deng (26).

PORTLAND VINCE ANCORA – Portland inizia la trasferta ad est passando a Boston 94-88, con la settima vittoria in fila, la striscia attiva più lunga nella Lega. La squadra di Terry Stotts trova l'accelerazione nel finale con Aldridge (20 e 14 rimbalzi) e Kaman (16 in 18'). Per i Celtics, 19 di Sullinger e Jeff Green, mentre il canadese Olynyk resta a secco dopo i 18 di venerdì contro Memphis.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket A2 Gold, Verona perfetta Forlì, impresa italiana

  • Pubblicato in Basket
Basket A2 Gold, Verona perfetta Forlì, impresa italiana

ROMA – La Tezenis non sbaglia, e con il successo su Biella vola a +6 sulle inseguitrici. Anche senza Monroe, Verona resta imbattuta, grazie alla difesa che tiene l'Angelico al 38% su azione, mentre in attacco sono decisivi Umeh (21 punti, foto), Ndoja (17) e De Nicolao (10). Per Biella, Voskuil chiude a 17, Raymond ne firma 13, Infante chiude a 10.

TORINO SECONDA – La Manital vince a Mantova, merito di un secondo quarto con il parziale di 28-14. Senza Mancinelli, sono il solito Lewis (22) e Fantoni (14) a fare la differenza, mentre la Dinamica è tutta nei lunghi Ryan Amoroso (19) e Jefferson (16 e 11 rimbalzi). Torino raggiunge al secondo posto Brescia, che a Ferentino rimedia il secondo ko in fila: decisivi Starks (19), Omar Thomas (16, compreso il canestro che ferma la rimonta ospite sul -2) e Biligha (13 e 15 rimbalzi). La Centrale del Latte tira male, l'unica eccezione è Cittadini (20 e 12 rimbalzi).

DEDICA CASALE – La Novipiù batte una Napoli in piena crisi, con coach Calvani preoccupato per la situazione societaria (“Ne ho le scatole piene” aveva detto alla vigilia). Senza Blizzard, Martinoni e Butkevicius, la Novipiù è spinta da Marshall (21), dal 20enne Amato (18) e Tomassini (14 e 11 assist) per l'aggancio al secondo posto, che vale la dedica verso le vittime della Eternit (una sede era nel Monferrato), dopo che il processo si è chiuso con la beffa dell'assoluzione in Cassazione per i responsabili della tragedia, a causa della prescrizione. In memoria delle vittime dell'amianto, è stato osservato un minuto di raccoglimento e prima della gara la squadra di Ramondino aveva svolto il riscaldamento indossando una maglietta nera e la scritta “Eternit: Giustizia”.

DERBY SIGMA – Barcellona vince al supplementare il derby siciliano contro Trapani, con 25 e 12 rimbalzi di Shepherd, ma a decidere è il canestro del 22enne Gabriele Spizzichini 3” dalla fine dell'overtime. Alla Lighthouse non bastano i 23 di Renzi.

HOLLOWAY MVP - Trieste si conferma mina vagante, superando Agrigento con i 26 e 21 rimbalzi di Holloway, che si merita il titolo di MVP del secondo mese di stagione. Alla Moncada non bastano i 20 di Andrea Saccaggi. In coda, Jesi batte Veroli e la raggiunge a 4 punti, merito del 40-15 nei quarti di mezzo spinto da Borsato (16), Elliott (15) e Miller (14).

IMPRESA FORLI' – Da segnalare l'impresa di Forlì, che senza i tre stranieri (Zizic, Abbott e il naturalizzato Becirovic) si mette alle spalle i problemi societari che rischiano di mettere a repentaglio il futuro del club e causare anche una penalizzazione di almeno 3 punti. Forlì batte Casalpusterlengo rischiando di pagare lo sforzo delle rotazioni corte (sei uomini a spartirsi 198 dei 200 minuti), merito di Lorenzo Saccaggi (22 e 8 assist) e Bruttini (15 e 12 rimbalzi).

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Sospesa e rinviata Don Bosco Livorno - Basket Cecina

  • Pubblicato in Basket
Sospesa e rinviata Don Bosco Livorno - Basket Cecina

Palamacchia di Livorno, nona giornata di campionato serie B, Don Bosco - Cecina. Verso la fine del primo tempo, i giocatori di Cecina hanno fatto notare agli arbitri che il parquet si era sollevato da un lato del campo. Dopo il suono della sirena per l'intervallo, sul punteggio di 28-31 per gli ospiti, la coppia dei direttori di gara ha deciso di non far disputare il secondo tempo per sopraggiunta impraticabilità, dovuta forse all'umidità cretasi negli ultimi giorni e all'usura dell'impianto in cui squadre livornesi avevano giocato la serie A.

Partita quasi certamente da rigiocare a data da destinarsi e non gara persa per il Don Bosco: l'evento era assolutamente imprevedibile. Domanda: il 28 dicembre in quale palestra si giocherà la sfida di cartello contro la Gecom Mens Sana 1871?

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Mobyt Ferrara – U.S. Basket Recanati 81-79, finale avvincente

  • Pubblicato in Basket
Mobyt Ferrara – U.S. Basket Recanati 81-79, finale avvincente

FERRARA – Al Pala Hilton Pharma vince la Mobyt Ferrara per 81-79 sulla U.S. Basket Recanati. Mobyt avanti di misura ma Recanati sempre vicina nel primo tempo, ospiti avanti di 8 a due dal termine ma ribaltamento propiziato da Ferri, Huff e Hasbrouck (16 punti nell‘ultimo periodo). Ottimo Sykes.

Assente Zanelli; di fronte a circa 2000 spettatori si affrontano i seguenti quintetti: Ferri, Hasbrouck, Huff, Castelli e Benfatto per Furlani; Pierini, Terenzi, Sykes, Lauwers e Mosley per Sacco.

1° QUARTO – Gara vivace ed equilibrata, si corre molto anche in campo aperto e per Huff è una manna, gli arbitri lasciano giocare; l’equilibrio sembra spezzato dalle triple del tiro ritrovato di capitan Ferri, ma Lawrens e Terenzi sono abili a ricucire rapidamente il -7. Ad Huff bastano sette minuti per sfondare la doppia cifra, parziale di 7-0 e Mobyt di nuovo in allungo. 25-19 Huff 12 punti (ma 2 falli), Benfatto 6 e Terenzi 7.

2° QUARTO – Casadei ci mette energia pur commettendo qualche errore, Hasbrouck non ci prende dalla distanza (0/4), cresce Recanati anche se il terzo fallo in rapida successione di Mosley complica il piano di Sacco. Cresce Sykes che pareggia dai 6,75 e fa male da ogni posizione ma è di Gurini il primo sorpasso. 42-40; Huff 14 punti, Benfatto 8, Sykes 11 e Laurews 8; Pierini -4val.

3° QUARTO – Mobyt sempre avanti di una incollatura ma ora sterile in attacco; importante tripla fuori equilibrio allo scadere di Lauwers, nell’azione successiva gli ospiti sorpassano con il solito Sykes e un parziale di 0-8 che Furlani interrompe con un timeout. Quarto fallo per Sykes al 26’, Eliantonio ruvido ma efficace e la squadra di Sacco si porta avanti anche di 5 lunghezze pur senza approfittare di una Mobyt in grossa difficoltà. 55-59 Huff e Sykes 16 punti.

4° QUARTO – Buoni minuti per Pipitone che non fa rimpiangere un discreto Benfatto, Eliantonio replica a Hasbrouck che però ne mette undici in rapida successione facendo rivedere il vantaggio agli estensi nuovamente in partita. Gara nuovamente veloce, rientra anche Sykes a metà periodo e alla prima palla in mano si fa beffe della difesa di Huff e segna in penetrazione rompendo la parità 68-75 con meno di tre minuti da giocare. La Mobyt trova gruppo, fortuna (canestro di Ferri) e unità di squadra piazzando un prepotente 10-0 per il +3, pronto pareggio di Lauwers con Sykes fuori per falli; segna Hasbrouck in penetrazione tra mille mani avversarie a tre secondi dal termine, ci prova ancora Lauwers da tre ma stavolta è solo ferro e la gara finisce 81-79.

Ferrara 81: Huff 19 (5/9da2, 2/5da3, 17val), Bottioni 3, Castelli 4, Amici 3, Ferri 10, Casadei 2 (0/3da3), Benfatto 11 (8rimb, 15val), Pipitone 6, Verrigni ne, Proner ne, Ghirelli ne, Hasbrouck 23 (5/8da2, 4/11da3, 4pr 20val). All. Furlani

Recanati 79: Sykes 25 (10/16da2, 1/1da3, 8rimb, 4pp, 6fs, 28val), Clementoni ne, Pierini 4 (4pp -2val), Gurini 3, Lauwers 16 (5as, 18val), Terenzi 7, Galmarini 0, Eliantonio 14, Mosley 4, Gueye 6. All. Sacco

Note: arbitri Gagno, Traffiletti e DelGreco, antisportivo per Castelli al 26’ e Lawrens al 29’, uscito per falli Sykes al 40‘. Max Vantaggio: 24-16 +8 per Ferrara al 8’; 68-75 +7 per Recanati al 38’. MVP: Huff buona prova offensiva, tanta energia anche se manca di dimensione difensiva. Migliori: Grande prova di Sykes nonostante i problemi di falli, Hasbrouck poco per 30‘ poi la vince lui. Lauwers i suoi punti chiave non bastano; Eliantonio ce la mette tutta. Ferri orgoglio di capitano, bene Benfatto. Peggiori: Capitan Pierini sottotono, Mosley non ingrana. Qualche sbavatura per Amici che nel finale prende un colpo alla testa.

Michele Saetti

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Leggera nel finale, ma la Mens Sana supera il Valsesia Basket

  • Pubblicato in Basket
Leggera nel finale, ma la Mens Sana supera il Valsesia Basket

SIENA. Dopo trentacinque giorni (era il 19 ottobre, contro Cus Torino) la Mens Sana 1871 torna finalmente a giocare fra le mura amiche del PalaEstra, dopo aver collezionato tre trasferte e una giornata di riposo, due vittorie , una sconfitta e il primo posto in solitario nel girone A della serie B. Un pelo di sufficienza nel finale mette a repentaglio una vittoria che al 30’ sembra essere ormai scontata. Mecacci e la squadra dovranno farne tesoro per il futuro, quando arriveranno giorni in cui non si possono fare regali a nessuno. Merito a Valsesia che con umiltà e tanta aggressività è venuta in Toscana a fare la sua gara, senza demoralizzarsi quando oltre venti punti di scarto avrebbero fatto alzare le braccia a molti.

Laudoni fa 1-2 dopo 90 secondi, Ranuzzi  risponde subito, poi in difesa va alla stoppata su Picazio. Valsesia rigorosamente a zona, con Santarossa e Picazio per il primo allungo ospite 5-10 al 6’. Pignatti chiude il minibreak dei piemontesi, Siena si ritrova al tiro e passa con la tripla di Panzini. Il parziale dei toscani è devastante, specie se si mettono a fare cose semplici: 11-0 e timeout di Pansa. Laudoni chiude con la tripla del 16-13 con 1’50” alla fine del quarto. L’inerzia è nelle mani di Ranuzzi che spinge al conclusivo 22-13 firmato da Parente.

Gioco da due+uno per Sacchettini 22-16, poi la Mens Sana riprende la caccia al canestro con Paci e Parente 26-16. Due liberi di Hidalgo per innescare un breve 0-6 di Valsesia chiuso da Paci che domina l’area sui due lati del campo riportando Siena sul 34-22 al 15’. Cinque punti di Parente rilanciano i biancoverdi dopo il canestro di Laudoni. Sul +16 la squadra di Mecacci controlla l’andamento dell’incontro; Santarossa trova un piazzato da quattro metri 41-27 lasciando l’ultima palla ai padroni di casa: Quartuccio ruba palla sulla rimessa in attacco, ma sbaglia il più facile dei contropiedi.  

Festival dei grandi vecchi in apertura secondo tempo: ai liberi di Chiacig risponde Santarossa con una tripla 43-30 al 21’. L’ex Livorno e Trapani replica poco dopo, quasi in fotocopia, ma sono cinque punti in fila di Ranuzzi a allargare il solco 54-33 al 24’ in favore della Mens Sana. La tripla di Parente spegne il minibreak ospite 57-39 al 27’ ma la bomba di Picazio è risposta immediata 57-42. Ma Siena controlla con buona disinvoltura, e si va all’ultimo stop sul 65-45.

Valsesia ci mette grinta e cuore nell’ultimo quarto che va sul parziale 2-6 al 34’ (67-51) sul quale Mecacci chiama timeout per evitare cali di tensione tra i suoi uomini. La formazione piemontese però ci crede, pressa a tutto campo segnando altri 4 punti. Alex Ranuzzi, con quattro falli a carico, si prende la tripla liberatoria 69-55 al 36’. Una entrata di Laudoni e uno sfondamento di Parente mettono sul chi va là la Mens Sana e alzano la tensione in campo. Ancora Laudoni dalla lunetta per il -10, il canestro ospite sembra essersi chiuso, la coppia arbitrale su un contatto fischia flopping a Panzini 69-60. Sull’azione seguente errore di 24 secondi per Siena, ma Valsesia non approfitta del regalo. Con 1’11” Panzini realizza con arresto e tiro, ma Paolin risponde subito 71-62. Lunetta per Vico con 38 secondi, 73-62. Tiro rapido per i piemontesi, ma il rimbalzo è per Pignatti che viene falciato, e guadagna due liberi che chiudono la gara. Lo sfondamento di Paolin con 14” alla sirena dà il termine delle ostilità, risultato finale 75-62. Prosegue quindi indistrurbata la fuga della capolista Mens Sana 1871 dopo lo stop di sette giorni fa a Cecina.

Gecom Mens Sana 1871 Siena – Valsesia Basket 75-62 (22-13, 41-27, 65-45)

Gecom Mens Sana 1871 Siena: Parente 12, Panzini  8, Vico 8, Bonelli, Bruno 2, Ranuzzi 15, Paci 8, Pignatti 10, Ondo Mengue 6, Chiacig 6. All: Mecacci Matteo

Valsesia Basket: Quartuccio 4, Chirio 4, Hidalgo 4, Picazio 9, Laudoni 16, Paolin 6, Gatti, Sacchettini 5, Santarossa 14, Cesana. All: Pansa Lorenzo

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket Serie A, derby a Varese Milano ha il dubbio Gentile

  • Pubblicato in Basket
Basket Serie A, derby a Varese Milano ha il dubbio Gentile

ROMA – Il clou del settimo turno non riguarda un match da primo posto, ma una sfida che racconta una storia infinita: il derby tra Varese e Milano è il posticipo odierno (ore 20.30, diretta RaiSport1), e mette di fronte due squadre che vivono difficoltà differenti. La Openjobmetis di Gianmarco Pozzecco è reduce da quattro sconfitte di fila, fa debuttare Christian Eyenga ma è senza l'ex di turno Kangur, l'Emporio Armani invece viene dal ko in Eurolega contro il Fenerbahce, match rispetto al quale non avrà lo squalificato Hackett e forse Alessandro Gentile, ko per problemi alla schiena.

FORZA MANUEL – Alle 18.15 l'Umana Venezia ospita la Giorgio Tesi Group Pistoia con l'obiettivo di raggiungere Reggio Emilia al comando. Venezia, soddisfatta per l'archiviazione dell'indagine sul caso-Akele da parte della Procura Fip, fa debuttare Spencer Nelson contro una Pistoia che invece gioca con il pensiero ad un piccolo tifoso, Manuel, 4 anni, che combatte con un tumore al cervello, e già la scorsa settimana su parecchi campi le tifoserie avevano mostrato striscioni di supporto e affetto nei suoi confronti.

DOMANI – Come Venezia, anche il Banco Sardegna giocherà per tornare al primo posto. Sassari ospiterà domani sera (ore 20, diretta RaiSport1) la Sidigas Avellino, nell'ultimo dei quattro match casalinghi consecutivi tra campionato ed Eurolega.

DEBUTTI – Tornando ai match di oggi alle 18.15, l'Enel Brindisi ospita la Granarolo Bologna, facendo debuttare Jacob Pullen, tra l'altro ex di turno. A Brindisi, Pullen sostituisce Sek Henry, passato a Capo d'Orlando: Henry, che nella squadra di Griccioli prende il posto dell'ex NBA Jonny Flynn, gioca la prima con l'Upea nello scontro-salvezza di Pesaro, contro la Consultinvest che vuole l'aggancio ai siciliani quota 4 punti. A Trento, infine, la Vanoli Cremona cerca la conferma contro l'altra rivelazione Dolomiti Energia.

TV – Oltre alle gare in diretta RaiSport, ecco il programma sulle tv locali: oggi alle 18.15 Brindisi-Virtus Bologna su TRC, Venezia-Pistoia su TVL, Trento-Cremona su Cremona 1, Pesaro-Capo d'Orlando (Antenna del Mediterraneo).

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...

Basket NBA, Cavs nuovo crollo Bargnani nuovo infortunio

  • Pubblicato in Basket
Basket NBA, Cavs nuovo crollo Bargnani nuovo infortunio

NEW YORK – Doveva essere la notte del ritorno di Andrea Bargnani e Jose Calderon, ma nei New York Knicks si è registrato soltanto il debutto dello spagnolo, nella comoda vittoria (91-83 con 25 punti di Carmelo Anthony) sui Philadelphia 76ers che non hanno ancora vinto, ma che pure mettono in mostra un buon Nerlens Noel (17 e 12 rimbalzi). Bargnani si è bloccato nuovamente, questa volta per uno stiramento al polpaccio destro, e non è chiaro quando il Mago – fermo da un mese e mezzo – potrà tornare in campo.

CROLLO CAVS – Cleveland viene bocciata nell'esame contro la squadra leader a est, Toronto: i Raptors vincono 110-93, sfrecciando nei quarti di mezzo, vinti 64-37. L'avvio-sprint dei Cavs è soltanto un fuoco di paglia, e il 12-0 dei primi 4' che si trasforma in 26-10 grazie a Love (23) e Irving (21) più che da James (15 e 10 assist) viene preso rintuzzato da Lowry (23), DeRozan (20) e da un incontenibile Louis Williams (36 in 29' uscendo dalla panchina, con 15/15 ai liberi). La pausa non ferma i Raptors, che dilagano nel secondo tempo, ottenendo l'undicesimo successo in 13 gare, mentre Cleveland è ferma ad un bilancio di 5-7.

PHOENIX VINCE – I Suns passano sul campo dei Pacers 106-83, con 23 di Gerald Green. Per Phoenix è la quarta vittoria di fila, tutte ottenute in trasferta. Protagonista anche Isaiah Thomas con 16. Per i Pacers, 14 di Stuckey.  

DERBY A MIAMI – Miami vince il derby della Florida a Orlando per 99-92, decisivo il quarto periodo di Chris Bosh, in cui il lungo segna 14 dei suoi 32 punti, a cui aggiunge 10 rimbalzi. Bosh guida il parziale di 14-4 che spezza l'ultima parità, insieme a Chalmers (24) e al rookie Napier (12), bravi a coprire l'assenza di Wade. Per i Magic, 33 con 17 rimbalzi di Vucevic.

Leggi l'articolo sulla fonte Originale

Commenti ()
Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS